28 aprile 2011

UN AMORE IMPOSSIBILE??



Don Abbondio e Perpetua,personaggi diversi ma allo stesso tempo simili e indispensabili l'uno per l'altro.
Lui cosi statico,debole e consapevole di esserlo,paranoico,ipocrita,egoista,continuamente sottomesso al potere,altezzoso e timoroso di tutto; un personaggio che non sopporto invece lei,una donna ”serva” del curato , fedele,affezionata e anche ubbidiente al proprio padrone. Convivono ma hanno lo stesso rapporto che avrebbe una coppia . Lui si confida con lei , raccontandole anche i segreti più intimi e lei cosi unita a lui cerca sempre di aiutarlo,senza tradirlo mai.
Ovviamente tra i due i litigi non mancano mai e soprattutto verso la fine del romanzo si intensificano sempre più!
Possiamo dire che sono come cane e gatto e questo loro rapporto particolare mi ricorda quello che esisteva tra Raimondo Vianello e Sandra Mondaini : due icone dello spettacolo , una delle coppie più amate dagli italiani.
Per la mia giovane età ricordo solo alcune puntate di “Casa Vianello” che guardavo quando ero con i nonni , ciò che so di loro l'ho letto soprattutto sui giornali al momento della loro scomparsa.
Il loro amore è nato sul set ed è durato un'intera esistenza,era un grande amore perchè ha superato anche l'ostilità del mondo dello spettacolo,che non è certo il posto ideale perchè si creino rapporti stabili e duraturi.
Sia come presentatori che come comici,erano sempre in contrasto tra loro , ma piacevano per questo:avevano trovato la formula giusta per il loro successo.
Anche Manzoni ci descrive Don Abbondio e Perpetua facendoli apparire cosi; per creare dei personaggi particolari che possano colpire l'attenzione e divertire il lettore,consapevole che possono non piacere ,come Don Abbondio che arriva a dar fastidio ed essere quasi “ridicolo”.
Chissà,magari tra i due sarebbe potuto nascere qualcosa,un'amore profondo e duraturo,se lui non avesse scelto di prendere una strada a senso unico?
Nonostante le numerose litigate ,che devono esserci ogni tanto in una coppia, erano sempre uniti forse anche perchè erano costretti a convivere!
Secondo me i due personaggi sono innamorati , magari devono ancora scoprirlo o forse sapendo che sarebbe un amore impossibile non ci pensano nemmeno.
Personalmente mi piacerebbero come coppia, ma voi cosa pensate,sarebbe un amore possibile quello tra Don Abbondio e Perpetua?

Veronica Rigodanza 2Ds

12 commenti:

  1. Anonimo13:44

    Don Abbondio e Perpetua come coppia innamorata non dice male. Lei assiste il prete da tempo, convivono assieme e il loro legame si è stretto moltissimo. Don Abbondio, nonostante i suoi numerosi difetti e lamenti, ha sempre saputo che in fondo, Perpetua sarebbe rimasta e che non avrebbe mai subito un grave tradimento da lei. Perpetua nella vita del prete è come onnipresente, certo, vivono assieme, certo lei deve prendersi cura giorno e notte di lui, ma io parlo anche non solo di questo tipo di onnipresenza, ma soprattutto di quel tipo che c'è, sempre, anche se lontana, fisicamente, ella c'è al fianco di lui, perchè lo conosce, ci tiene e sa molto, troppo, di Don Abbondio.
    Elisa Sbalchiero 2AU

    RispondiElimina
  2. Anonimo16:07

    Concordo con te!Penso che sia normale instaurare un rapporto intimo con la persona con cui devi trascorrere molto tempo assieme.Diciamo che Don Abbondio e Perpetua insieme si completano.Due caratteri totalmente diversi a volte possono creare un rapporto molto stretto,equilibrato e duraturo nel tempo.Il paragone che hai fatto tra la "coppia"Don Abbondio-Perpetua e la coppia Raimondo Vianello-Sandra Mondaini secondo me è molto sensato.Entrambe le coppie si basano semplicemente sulla fiducia,un elemento fondamentale per il funzionamento di una buona relazione.Perpetua riesce sempre a calmare Don Abbondio e se anche a volte spifera in giro i segreti di quest'ultimo, resta sempre una buona amica.
    Chiara Pegoraro

    RispondiElimina
  3. Anonimo10:50

    Personalmente penso che la coppia Don Abbondio e Perpetua sia molto più vicina alla realtà di quanto si possa pensare .
    Fantastico il paragone con Raimondo Vianello e Sandra Mondaini perchè è l'esatta rappresentazione di quello che sono Don Abbondio e Perpetua due caratteri totalmente diversi è vero ma se messi assieme , accostati l uno all'altro si riesce ad ottenre un miscuglio omogeneo e ben strutturato .
    Dal mio punto di vista Manzoni ha voluto far capire con questa "strana coppia"che due cose che sembrano lontane o irragiungibili possono tal volta essere più vicine di quanto non ci si aspetta ,e perchè no ,magari Raimondo e Sandra hanno proprio preso spunto da questo romanzo per creare la coppia ideale
    giacomo fabris

    RispondiElimina
  4. Non avevo mai considerato Don Abbondio e Perpetua come una coppia, ma pensandoci attentamente e analizzando i loro atteggiamenti ho notato che probabilmente tra i due c'era molto più che stima reciproca.
    Alle volte però è difficile parlare dei propri sentimenti, esporsi e rischiare il tutto per tutto, e probabilmente entrambi temevano di rovinare il rapporto di sintonia creando una situazione imbarazzante.
    Ma che ne sarebbe stato se le cose fossero andate diversamente? Che sarebbe successo se i due si fossero dichiarati e se fossero riusciti a vivere la loro relazione a pieno? Io non credo che riuscirei a sopportare dei dubbi così grandi per tutta la vita, dunque se le nostre supposizioni sui loro sentimenti fossero vere allora, a mio parere, avrebbero dovuto dirselo, infondo si sono sempre comportati come una coppia pur non dicendoselo

    Gigliola Ferretto

    RispondiElimina
  5. Anonimo11:29

    Intrigante questo post ! Cosa c'è di più bello di un amore impossibile? Personalmente non avevo mai pensato a Don Abbondio e Perpetua come un ipotetica coppia , li avevo visti troppo diversi per appartenersi , ma come dice il detto ' gli opposti si attraggono' . Credo non sia stato facile per entrambi l'azione del volersi ma non potersi avere , secondo me nei due mancava una sorta di coraggio , se ce ne fosse stato almeno un po' magari sarebbe nato qualcosa .. il loro era come un ' amore segreto . Mi è piaciuto molto il paragone tra Sandra e Raimondo , li ho trovati fin da piccola una coppia solare e innamorata , mi ha sempre affascinato molto la loro forza nello stare insieme anche nell'ambiente dello spettacolo . Devo dire che le storie d'amore nascono sempre nei modi più stravaganti ..
    Maria Vaccaro

    RispondiElimina
  6. Anonimo05:38

    Personalmente non ho mai pensato a Don Abbondio e Perpetua come ad una coppia sposata, ma ho potuto percepire, leggendo il romanzo, un legame che andava oltre la semplice amicizia; un rapporto basato sulla confidenza e sulla fiducia reciproca, presupposti indispensabili soprattutto per la convivenza fra due persone. Don Abbondio cerca spesso l'appoggio della Perpetua nelle situazioni difficili e puntualmente la donna si dimostra sempre disponibile ad aiutarlo. Per alcuni aspetti ricorda sicuramente la coppia Raimomondo Vianello e Sandra Mondaini, però a mio avviso non avrebbero mai potuto oltrepassare il confine dell'amicizia. Don Abbondio non sarebbe mai stato in grado di assumersi la responsabilità di un sentimento così grande come l'amore. A mio giudizio è un personaggio poco propenso ad esternare le proprie emozioni.
    Alessia Liotto

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Post molto curioso!
    Perpetua e Don Abbondio sono due personaggi tanto diversi eppure allo stesso tempo simili.
    Sinceramente non avevo mai preso in considerazione l'idea di un ipotetico amore tra i due.
    Lei decisa,astuta e ubbidiente, lui pauroso, debole ed egoista,due caratteri differenti ma che insieme sembrano andare d'accordo.
    Don Abbondio cerca sempre l'aiuto di Perpetua che prontamente gli presta sostegno e gli offre consigli.
    Il loro legame è molto forte e direi particolare.
    Non sono una coppia ma dal mio punto di vista non si possono nemmeno definire come amici.
    Personalmente credo che la possibilità di una relazione tra i due non possa esistere.
    Virginia Chemello

    RispondiElimina
  10. Anonimo09:41

    Pensare a don Abbondio e Perpetua come una potenziale coppia all'interno del romanzo mi suona strano.
    I due hanno una personalità apparentemente contrastante e personalmente non condivido l'idea di paragonare la loro relazione a quella di una coppia:anche se lui presenta un rapporto confidenziale con lei,non è necessario paragonare questo comportamento a quello di una vera e propria coppia
    Non ho mai sentito parlare della relazione tra Vianello e la signora Mondaini,forse solo qualche vago accenno ,ma da come qui riportato,appaiono come decisi e affiatati dell'amore che si era instaurato.
    Di amori così determinati e uniti oggi ne esistono ben pochi,ma di certo don Abbondio e Perpetua non rappresentano questo prototipo di relazione.
    Zeudy Palazzi

    RispondiElimina
  11. Anonimo13:47

    Veramente una speculazione interessante, ma a mio avviso un po' forzata, non credo che possa nascere qualcosa tra Don Abbondio e Perpetua. Don Abbondio è un personaggio troppo egoista per lasciarsi prendere da un'emozione come l'amore e anche nel remoto caso accadesse qualcosa del genere il nostro caro prete lo ripudierebbe subito l'idea. Considerò più il loro rapporto come quello di Elia e Mamita nel film "Il bisbetico domato" dove la donna, governante di Elia lo aiuta in alcune faccende.
    Fortuna Jacopo

    RispondiElimina
  12. Anonimo06:53

    Bel post! Secondo me sotto,sotto i due sanno di essere innamorati. Lui è statico,debole e consapevole di esserlo,egoista... Invece lei una donna ”serva” di lui, fedele,affezionata e anche ubbidiente al proprio padrone. Convivono ma hanno lo stesso rapporto che avrebbe una coppia. Lui si confida con lei, raccontandole anche i segreti più intimi e lei cerca sempre di aiutarlo,senza tradirlo mai. I due dovrebbero aver avuto un po più di coraggio e confidarsi ciò che provavano. Ognuno di loro avrà pensato: " chissà come sarebbe stato". Gli amori impossibili non finiscono, durano per sempre. L'amore è un rischio che una persona si assume, per questo il vero amore è per i coraggiosi. Se ne vale la pena rischiare, bisogna giocarsi anche l'ultimo frammento di cuore.
    Trivellato Viviana

    RispondiElimina